Il meglio del Web
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio
Web Links


Bici da Corsa
La storia, le caratteristiche e gli accessori della bici da corsa che da anni appassiona gli esperti, protagonista di coinvolgenti gare ciclistiche.
-
Tutto Bici
Produttori e rivenditori della bicicletta in Italia - marche e caratteristiche - riparazioni - noleggio - manutenzione - ciclismo - cicloturismo.
-
Velocipede
Produttori e venditori di biciclette in Italia - la scienza del ciclismo, UCI - Unione Internazionale, Ciclismo amatoriale, Ciclismo femminile, ecc.
-
Bici Corsa
Produttori e rivenditori di biciclette da corsa - professionisti e dilettanti - corse - Tour de France - Giro d'Italia - ciclismo amatoriale e cicloamatori - Bartali, Pantani, Cipollini, etc...
-
Tandem
Il portale dellebiciclette in Italia. Tutti i produttori e i venditori. Circa 4.900 visite Biciclette nuove ed usate. MOUNTAIN BIKE. CITY BIKE. TREKKING BIKE. ROAD RACING BIKE. TANDEM. BICI DA CORSA. Articoli ed abbigliamento per il CICLISMO.


Le bici moderne

Dalla bicicletta del Novecento alle bici contemporanee

Nel 1889 l'irlandese propone il suo modello che chiamò Bicyclette Humatic all'Esposizione del Velocipede di Londra.
Era molto simile alle biciclette attuali con la differenza che le due ruote avevano ancora dimensioni differenti.
Il pneumatico Dunlop era già presente e presto si diffuse in tutta Europa.

I primi del Novecento sono gli anni d'oro della bicicletta: è questo il mezzo più utilizzato per gli spostamenti.
In Italia la bicicletta- che costa 10 centesimi- è usata dagli operai per raggiungere le fabbriche ed ai contadini di arrivare ai campi risparmiando energia per il lavoro, potendo anche caricare alcuni strumenti di lavoro.
Anche nobili e borghesi acquistano questo mezzo per hobby, organizzando gare e gite sulle due ruote.
Durante le due guerre mondiali le biciclette vennero utilizzate dai battaglioni dell'esercito per gli spostamenti a breve tratto.

Servirono inoltre ai civili per muoversi velocemente nelle città bombardate, spostarsi da un rifugio ad un altro, caricare qualche provvista.
Nel 1933 avviene l'ultima innovazione applicata al biciclo: il cambio.
Si era notato come alcune biciclette andassero più veloci di altre controvento od in salita e si è realizzato che a seconda del rapporto tra i denti applicati alla ruota e quelli al pedale, si ottenevano velocità e resistenze diverse.

Inizialmente vi erano due rapporti solamente e per passare dall'uno  all'altro bisognava scendere dal mezzo e cambiare il pignone, cioè la rotellina dentata.
Successivamente venne introdotta una bacchetta con la quale si comandava il cambio, anche se occorreva dare una pedalata all'indietro.

Con gli anni il cambio è stato perfezionato fino ad arrivare al sistema attuale a 'marce'.
La bicicletta è divenuta sempre più leggera fino a scendere sotto i 10 kg.
Ciò è stato possibile grazie all'utilizzo dell'alluminio al posto di altri metalli pesanti; inoltre il sellino venne costruito in plastica.

Nel dopoguerra con il boom economico e la diffusione a livello popolare dei mezzi a motore si teme la scomparsa delle biciclette, ma a riportarle in auge è il periodo di 'austerity' tra il 1973 ed il 1974: si tratta di un periodo di crisi petrolifera mondiale, in cui il governo impose una riduzione del consumo di energia elettrica con vari provvedimenti, tra cui il divieto di circolare in automobile le domeniche.
Con l'aumento dello smog e del traffico la bicicletta in città non è più un mezzo diffuso, ma viene sempre più utilizzata per le gite fuori porta e le scampagnate in mezzo alla natura.

Nasce negli anni Ottanta la Mountain Bike, brevettata in America.
E' una bici dal telaio in lega metallica leggera ma molto robusta, con ruote più grosse così da aderire bene al terreno impervio delle strade non battute.
Vengono introdotti materiali quali il titanio e le fibre di carbonio, il manubrio viene abbassato ed è migliorata l'impugnatura, il pneumatico diventa sempre più sottile ed allo stesso tempo resistente: è la bici contemporanea.

Alcune curiosità sulle gare ciclistiche.
Dalla draisina alla bici contemporanea, numerose sono state le competizioni  organizzate dai ciclo amatori.
In Italia la prima gara avvenne il 25 e 26 luglio 1869 e si tenne a Padova in Piazza
Nel 1903 si disputa la prima competizione internazionale a tappe: è il Tour de France.
Il primo vincitore di questo tour è un italiano, il ventenne Maurizio Garin.
Nel 1909 si lancia il Giro d'Italia.

lebiciclette.it

La bicicletta è oggi un mezzo conosciuto da tutti ma pochi conoscono l'evoluzione di questo mezzo nel corso dei secoli. In questo sito tratteremo le tappe fondamentali e le innovazioni che hanno portato alla bici contemporanea
Argomenti

Il portale della Bicicletta
I primi Bicicli a Pedali
Le innovazioni di fine '800
Le bici moderne